Stellar (XLM) mantiene il 120% di guadagni, inizia il recupero di Bitcoin e Altcoin, ma è ora di prestare attenzione

Il 26 novembre, il mercato delle criptovalute ha visto una massiccia correzione a breve termine. La prima e più grande criptovaluta, Bitcoin è scesa a un minimo di $ 16.200 mentre Ethereum (ETH) ha toccato il minimo a $ 485.

Altri Altcoin sono caduti durante la carneficina mentre l’intero terreno del mercato è stato spazzato con vernice rossa

In mezzo alle flessioni del mercato, Stellar (XLM) ha mantenuto i suoi guadagni settimanali del 120%, scambiando a $ 0,20 al momento della scrittura, classificandosi al 9 ° posto per capitalizzazione di mercato. Nelle ultime 24 ore, il mercato ha iniziato a mostrare segni di ripresa con Bitcoin che si è mantenuto ben al di sopra di $ 17.000 fino a raggiungere il picco di $ 17.739. Ethereum è salito a $ 539. Ripple ha guadagnato il 15,58% nelle ultime 24 ore, scambiando a 0,62 $. Cardano (ADA) è cresciuto del 22% nelle ultime 24 ore.

Anche Bitcoin Cash (BCH), Chainlink (LINK) e Litecoin (LTC ) hanno guadagnato rispettivamente il 7,1%, l’8,08% e l’8,2%.

Il recupero di Cryptomarket prende il via, ma è ora di prestare attenzione

Per la maggior parte della giornata, Bitcoin è rimasto sopra i 17.000 $ e ha raggiunto un picco di 17.789 $, mostrando segni che BTC sta gradualmente riprendendo il suo slancio.

Tuttavia, alcuni trader non escludono la possibilità che BTC precipiti al ribasso. Un trader pseudonimo „Wolf“ ha detto che il grafico settimanale di BTC mostra segni di sovraestensione che potrebbero causare un nuovo test della regione di $ 13.000. Un altro trader con il soprannome di „Crypto Capo“ ha dichiarato di vedere uno scenario in cui BTC sale a $ 18.000 e poi cade nella regione di $ 13.000.

Tuttavia, alcuni analisti ritengono che, a seguito di una correzione così importante, sia prevedibile un consolidamento poiché i prezzi cercano stabilità.

Una tendenza positiva è che gli acquirenti hanno difeso in modo aggressivo l’area di supporto di $ 16.411, contrassegnata da cluster di balene. Ciò dimostra che la domanda degli acquirenti sul mercato è sufficiente per impedire un ritiro più ampio, almeno a breve termine.